hungarian_baja

Hungarian Baja 2014 – Race report

Tra magnifici scenari e con grande affluenza di piloti si è svolta il 15 e 16 agosto l’Hungarian Baja, seconda prova del Campionato Europero FIM 2014.

Lubomir Vojkůvka dalla Repubblica Ceca ha vinto l’Hungarian Baja su Beta RR 450 alla sua prima apparizione nel Campionato FIM Europe Bajas categoria moto.
La corsa ha avuto dei colpi di scena sul finale perché i risultati certi sono arrivati solo in tarda serata dopo la lunga riunione di giuria FIM/FIM Europe.
Questo è la conseguenza di quanto verificatosi nella seconda parte della SS 3 (presso l’area militare), dove il forte vento e la pioggia torrenziale delle precedenti ore avevano strappato parzialmente i nastri e i cartelli segnaletici, inducendo in errore alcuni centauri, perdendo la giusta traccia e tagliando il percorso di svariati km. Per loro i Commissari Sportivi hanno inflitto una serie di penalità che hanno di fatto stravolto le classifiche di vertice.
“Sono molto felice, è stato un weekend perfetto per me. Le prove speciali erano veramente belle.” – ha detto sul podio l’ex sei volte campione tedesco di enduro.
Dopo di lui, al secondo posto, Pedro Bianchi Prata su Husqvama TE 449 Rally.
“E’ stata una gara difficile. Ho lottato duramente per guadagnare questi punti, ma nel complesso ho avuto un weekend fantastico. Grazie alla mia squadra che mi ha dato una moto perfetta. Ringrazio inoltre gli organizzatori perchè è stata una gara davvero grande. “- ha detto il pilota che si porta nella classifica FIM al secondo posto con 49 punti.
Il leader di Coppa del Mondo italiano Alessandro Ruoso non ha potuto festeggiare sul podio, dal momento che era tra quelli che hanno tagliato la pista il sabato mattina.
Non era particolarmente felice e sperava che fosse annullata la speciale.
Per la categoria Quad l’attuale leader di classifica FIM Kamil Wisniewski vince su Yamaha Raptor 700 senza alcun problema tecnico.
Tra gli ungheresi Mátyás Somfai è stato uno dei più veloci. “Mi è piaciuta molto la gara, in particolare le tappe nel pomeriggio. “Tutto senza problemi. “- ha detto il pilota del team Sandlander, che è ritornato in pista dopo tre mesi a causa di una frattura alla scapola.
Nella classe UTV si impone Giammarco Fossà su Polaris RZR 1000 arrivato al traguardo con qualche problema tecnico. “E’ stato un weekend impegnativo ma il mio UTV ha saltato alla grande. Ho perso un pò di tempo nella parte finale perchè ho forato la ruota posteriore ma ho tenuto duro fino alla fine. Ora aspetto con impazienza la competizione in Portogallo.”- ha detto il pilota.
La prossima competizione valida per il campionato europeo FIM si svolgerà in Portogallo il 12 settembre prossimo.

Info

Hungarian Baja
Data:15-16 Agosto 2014
Località: Pàpa, situata a ovest dell’Ungheria a 180 Km dall’aeroporto internazionale di Budapest.
Sito internet: www.hungarianbaja.com
Area gara: Dintorni di Pàpa.
Settori selettivi: prologo + SS Km 80 e SS Km 110 da ripetersi più volte.
Totale percorso gara: km 500 indicativi

Ap PhotoSport

Altra gallery