Graziano Scandola

Scandola spadroneggia anche in Romania

 …ma la sfortuna non gli permette di tagliare il traguardo finale.

Graziano Scandola continua a dimostrare le potenzialità degli UTV permettendosi di rifilare nella SS 3 1’;12” a Mirolslav Zapletan (H3 Evo) e 3’:31” a Imre Fodor (Toyota Hilux Overdrive) vincitore della gara riservata alle auto il primo e secondo classificato l’ungherese della Toyota.
Solo la rottura della testina del braccio anteriore e la conseguente perdita della ruota dopo un atterraggio pesante del suo Can Am Commander 1.000 lo hanno fermato mentre affrontava la SS 5 di domenica costringendolo così al ritiro forzato.
Mai entrato in partita il ceco Dusan Randysek con il suo Artic Cat Wildcat 1.000 che ha accumulato forti ritardi nelle prove cronometrate e penalità per mancate partenze.
Il forte pilota Italiano Scandola si dichiara soddisfatto comunque della gara, soprattutto per i tempi espressi nelle prove cronometrate dal suo mezzo, sicuramente ancora in fase di sviluppo, e in attesa del nuovo Maverick 1.000 che la squadra è in procinto di allestire per altri due piloti probabilmente già in Ungheria.
Percorso molto impegnativo con una speciale disegnata all’interno dell’aeroporto di Baia Mare di km10,60, e due rispettivamente di km 78,80 e km 87,69 da ripetersi più volte sulle alture rumene tra le cittadine di Cavnic e Mara per un totale di km 375,38 di prove cronometrate. I tracciati resi ancora più difficili anche dalle abbondanti piogge cadute nei giorni precedenti sono stati definiti dai concorrenti veramente faticosi per il fondo tipicamente roccioso e il viscido sottobosco tipico montano: “parola del pluricampione e vincitore dell’assoluta Stephan Peterhansel”

Prossimo appuntamento in Ungheria per la classica della stagione 2013 la “Hungarian Baja” dal 15 al 18 agosto.

Classifiche Campionato Europeo Baja FIM Europe 2013 (UTV):

Assoluta: Scandola Graziano 70, Dusan Randysek 43.
Classe S2: Scandola Graziano 60, Dusan Randysek 34.